Articolo 9 – Manuali comunitari

marzo 12, 2014

L’articolo 9 fa parte del Capo III – Manuali di corretta prassi operativa

  1. Prima che siano elaborati manuali comunitari di corretta prassi operativa per l’igiene o per l’applicazione dei principi del sistema HACCP, la Commissione consulta il comitato di cui all’articolo 14. L’obiettivo di tale consultazione è di esaminare l’utilità di tali manuali, la loro portata e gli argomenti da trattare.
  2. Quando vengono approntati manuali comunitari, la Commissione garantisce che siano elaborati e diffusi:
    1. dai rappresentanti interessati dei settori dell’impresa alimentare europea, comprese le PMI, e di altre parti in causa, quali gruppi di consumatori o in consultazione con gli stessi;
    2. in collaborazione con i soggetti i cui interessi possano essere sostanzialmente toccati, comprese le autorità competenti;
    3. tenendo conto dei pertinenti codici di prassi del Codex alimentarius; e
    4. se riguardano la produzione primaria e le operazioni associate elencate nell’allegato I, tenendo conto delle raccomandazioni di cui alla parte B dell’allegato I.
  3. Il comitato di cui all’articolo 14 valuta i progetti di manuali comunitari al fine di garantire che:
    1. siano stati elaborati a norma del paragrafo 2;
    2. il loro contenuto risulti funzionale per i settori a cui sono destinati in tutta la Comunità; e
    3. costituiscano uno strumento atto a favorire l’osservanza degli articoli 3, 4 e 5 nei settori e per i prodotti alimentari interessati.
  4. La Commissione invita periodicamente il comitato di cui all’articolo 14 a riesaminare ogni manuale comunitario elaborato a norma del presente articolo, in cooperazione con gli organismi menzionati nel paragrafo 2.Scopo di tale riesame è garantire che i manuali rimangano praticabili e tener conto degli sviluppi tecnologici e scientifici.
  5. I titoli e i riferimenti dei manuali comunitari approntati a norma del presente articolo sono pubblicati nella Gazzetta ufficiale dell’Unione europea (serie C).